Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!

Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!
Ottieni Bitcoin gratis anche a PC spento!!!

30 dic 2006

Saddam impiccato all'alba

Iraq 30 Dicembre: questa mattina, nelle prime ore del giorno, sono stato svegliato dalla mia radiosveglia con il giornale radio che annunciava l'avvenuta impiccagione di Saddam Hussein.
Bene - mi sono detto - un altro morto da aggiungere alla lista dei defunti dall'inizio della guerra in medio oriente.
Risolverá qualcosa l'impiccagione del terribile dittatore? No, lui ha fatto uccidere molti uomini, la sua morte non li riporterá in vita, il desiderio di vendetta, quello si, é stato soddisfatto.
L'odio porta solo altro odio e la morte non puó portare altro che morte, uccidendo il carnefice non resta che aspettare l'arrivo del prossimo, il posto ora é vacante...
Si, sono super critico, non mi piacciono le notizie di morte, per me non vi é gustizia se non c'é una morale di pace, l'ho detto e lo ripeto qui: se Saddam lo avessero preso ed ucciso durante una sommossa popolare non avrei avuto niente da dire, stava nell'ordine delle cose, la guerra é guerra. Pur essendo contrario alla guerra capisco che a volte diventa inevitabile, proprio per questo occorrono gesti significativi ed azioni diverse da quelle che prevedono l'utilizzo di bombe per risolvere le crisi, una volta innescata la logica della guerra diventa impossibile uscirne, se non in modo drammatico per tutti.
Come si fa invece ad accettare la cattura, il processo e l'impiccagione finale di Saddam o di chiunque altro?
La natura dell'uomo é violenta, solo con la ragione si puó dominare quest'istinto che definire animale é poco.
La vera giustizia, nessuno mi convincerá mai del contrario, é quella che dimostra in modo forte che esiste un'alternativa alla violenza.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Davvero la morte sempre scandalizza soprattutto quando questa viene sentenziata secondo una giustizia che ... è ben lontano dall'essere tale. Saddam era certo un pessimo individuo ed ha fatto cose orribili (di cui certo risponderà al giudizio di Dio) ma ... guardate ora che cosa è scaturito da quest'impiccagione. E' diventato un martire, persona da adorare e venerare... Non ci sono parole. Solo la constatazione che i tempi sono certo duri assai se non riusciamo a dare il giusto valore alla vita e ci arroghiamo diritti di vita e di morte.

Grazie per questo post, Fred.

Ciao,

Dan

Anonimo ha detto...

IL video della morte di Saddam mi ha reso freddo senza emozioni...
credo che busch ha le sue colpe,
ma non è stato lui a punirlo, ma il suo popolo,per i suoi crimini.
ciao

jhon..si proprio io jhon e basta

Pinacomedia ha detto...

Siamo tutti padroni di avere le nostre opinioni, non a tutti é consentito esprimerle pubblicamente.
Dopo aver scritto questo post mi sono reso conto che in molti la pensano come me, non solo io e Pannella quindi.
Mi sono meravigliato perché ero proprio convinto del contrario, noto peró un bel pizzico d'ipocrisia nelle parole di chi prima si é svociato a giustificare la guerra e poi si é finto inorridito all'idea dell'impiccagione di Saddam, a questi ultimi chiedo: era meglio se il rais fosse morto sotto una bomba intelligente?