Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!

Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!
Ottieni Bitcoin gratis anche a PC spento!!!

03 giu 2011

Partire per gli USA: serve il passaporto elettronico ed il certificato ESTA

In fondo faccio una toccata e fuga, non si tratta di una vera vacanzona "coast to coast" come piacerebbe a me, però è pur sempre un'esperienza nuova.... non ho mai  valicato le colonne d'Ercole!
Il mio inglese è piuttosto border line, però apprendo navigando un pò che gli americani conoscono parecchi nostri gesti, come potete vedere nel disegno qui accanto, così sarà più facile farmi capire, spero.
Per ora sono alle prese con la burocrazia italiana e statunitense.
Burocrazia italiana:
Prenoto on line un appuntamento presso la caserma di Polizia per la richiesta del passaporto. Pago il bollo, pago il bollettino, faccio le foto (alla macchinetta all'ultimo minuto, naturalmente) e mi presento allo sportello. L'impiegata rileva che ho tre figli minori, quindi serve l'autorizzazione di mia moglie, io faccio presente che parto da solo e che non ho intenzione di aggiungere i nomi dei miei figli sul documento ma non c'è niente da fare: mia moglie deve dichiarare che non inserisco i nomi dei figli sul passaporto...
Risultato: devo tornare a casa, cancellare l'appuntamento on line (anche se c'ero già stato), e richiedere un altro appuntamento, che naturalmente mi danno dopo 15 giorni (e il tempo passa).
Burocrazia USA: sul sito della Polizia italiana c'è scritto che per andare negli States a scopo turistico o comunque con permanenza meno di 90 giorni, non serve alcun tipo di visto o altra autorizzazione, unico requisito: il passaporto con chip elettronico (in Italia ormai li fanno solo così).
Vado su un sito governativo U.S.A. ed apprendo che pur essendo vero che non occorre il visto bisogna chiedere l'ESTA, ossia una dichiarazione che si fa on line pagando 14,00 $ (io ancora non li ho pagati, la cifra potrebbe non essere esatta), in cui si deve riportare l'indirizzo del nostro alloggio durante la permanenza negli USA, un recapito americano, il numero del passaporto, ecc.
Insomma per uno che non viaggia mai fuori dall'Europa come me è tutto piuttosto complicato, però ce la posso fare...

3 commenti:

Consy ha detto...

Ma quando parti? Quando torni? Che vai a fare??? ;-)

El Pinacomedier ha detto...

Partirò il 3 agosto e ritornerò il 10 stesso mese... toccata e fuga.
Se ci vediamo una di queste volte ti racconterò, comunque non vado a fare niente di particolare... mi vado a bere una Coca Cola laddove l'hanno inventata...

Consy ha detto...

Dobbiamo rivederci presto, abbiamo cannato pure il pic nic... non riesco a fare più nulla :(