Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!

Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!
Ottieni Bitcoin gratis anche a PC spento!!!

27 gen 2008

Roma - 27 Gennaio: "Carovana della Pace" (2)


Alla fine ci sono riuscito (vedi post di ieri), la sveglia ha suonato alle 06.00 ed ha continuato a farlo fino alle 07.15...
In realtà ho una radio sveglia e anzichè il BIP-BIP-BIP, mi sono sorbito Radio 105, che la Domenica mattina è veramente soporifera...
Insomma, tra una difficoltà morfeica e l'altra, io e mia moglie siamo riusciti a far vestire due dei nostri tre figli. Mia moglie e la piccoletta sono rimaste a casa, mentre io e gli altri due pestilenzoni siamo andati ad aggregarci alla rumorosissima "Carovana della Pace". Alle 08.10 eravamo davanti la Chiesa Santa Maria della Mercede a Viale Regina Margherita, poi abbiamo preso tutti insieme il "63" e siamo partiti.


Alle 09.00 siamo arrivati a Piazza Navona, dove si raccoglievano i bambini di tutte le parrocchie di Roma e dintorni, una bolgia totale di coriandoli, schiamazzi, campanacci, ecc.
Il sole era coperto da una fitta coltre di nubi, faceva un freddo glaciale, nonostante ciò i bambini hanno giocato e si sono divertiti a ballare, cantare, ecc, soprattutto si sono sbizzarriti a disegnare ognuno il suo pezzetto di "Strada della Pace". In pratica ogni bambino aveva il suo lenzuolino bianco, 30x30 cm, dove ha disegnato la sua idea di pace, poi tutti i lenzuolini sono stati legati l'uno all'altro per formare una lunga catena.


Ogni parrocchia seguiva lo stesso tema della strada, però ognuno si è organizzato autonomamente, chi disegnava con i pennarelli, chi con le matite ecc, noi avevamo i gessetti colorati ed è stato tutto un impiastricciamento...


Alla fine la carovana si è alzata in piedi e finalmente ci siamo messi in marcia.
Nel tratto tra Piazza Navona e Piazza San Pietro è successo di tutto, padre Eraldo aveva portato degli enormi e coloratissimi tromboni a pompa altri avevano portato pentole, fischietti, campanacci ecc.


La carovana è sfilata chiassosissima giù per Via della Conciliazione, tra salti, corse e lanci di stelle filanti, una vera faticaccia se devi pure stare attento che non ti si perdano i ragazzini!
Una volta arrivati sotto il cupolone abbiamo guadagnato il nostro posto a sedere e ci siamo goduti la festa... in piedi...
Si lo so, starete pensando che mi sono impazzito, difficile pensarmi in un contesto così, come dire, ecclesiastico... Forse avete ragione, mi sono rincitrullito, eppure sono convinto di aver partecipato ad un grande evento, quando si parla della Pace c'è poco da scherzare, ed io, ultimamente, mi sono riavvicinato alla Chiesa come mai più avrei creduto di fare, ho cominciato a pensare che è da sciocchi continuare a dire "ci credo ma non mi piacciono i preti", come fanno in molti. Così, piano piano, il suono delle campane ha provocato in me come una sorta di calamita. È chiaro che mi è accaduto qualcosa che non avevo preventivato, un episodio che, credo, non dimenticherò mai e che non posso raccontare a nessuno (sicuramente non qui), io penso sia stato una sorte di segno a cui non ho potuto nè voluto resistere.
Dimenticavo, poi il Papa ha recitato l'Angelus in latino ed io mi sono assolutamente emozionato (sicuramente più di quando lo stesso Benedetto XVI ha tentato di parlare in spagnolo...), come di consueto il Papa ha anche liberato due colombe ed un boato da brivido, con cori e voci urlanti, è esploso nella piazza, noi eravamo li, ed è stato grande.


La giornata della Pace faceva da cappello finale al mese della Pace che si è concluso oggi con questi festeggiamenti, i ragazzi di Azione Cattolica sono stati i maggiori promotori ed organizzatori di tutto questo, visti dall'esterno sembrano tutti una massa di esaltati fanatici, vi assicuro che non è così, sono sicuramente diversi da noi, hanno dentro una carica che neanche ci sogniamo, bisogna rispettarli e guardarli con meno sospetto, il bene che fanno è enorme, e lo fanno con tutto l'impegno possibile.


E poi, anche i ragazzi di Azione Cattolica, proprio come noi Cattocomunisti, sono No-Global, leggete l'inizio di una loro canzone, "6 con noi":
Non mi piace assomigliare a una poltrona, io non voglio diventare un mac-panino al formaggino, la mia faccia non sarà un display con su scritto "libero non 6!" YeYeYeYa

2 commenti:

Annamaria ha detto...

Ciao Chicco come sono felice di sentirti parlare così, siamo più vicini di quanto tu pensi....Annamaria

El Pinacomedier ha detto...

X Annamaria: Mi piacerebbe pensare che tu sia capitata qui per caso (hai visto mai sono diventato famoso), visto che non è così... qual buon vento ti porta? Ci sono novità?
...io lo so che ci sono :-)