Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!

Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!
Ottieni Bitcoin gratis anche a PC spento!!!

08 feb 2008

Roma burlona: Via del Cancello al rione "Ponte"

Chi viene a Roma ha sempre poco tempo per poterla assaporare a dovere, ci sono talmente tanti scorci e situazioni variegate che è difficile per uno stesso romano conoscerle tutte.

Alcune stanno lì da secoli, altre sono più recenti ma per questo non sono meno gustose, come la targa che ho trovato a Via del Cancello, in pieno centro storico, vicino l'Ara Pacis (a proposito se venite a Roma fateci un salto, adesso che Richard Meier ha ristrutturato tutto l'assetto della piazza trovo che sia diventata una meta di sicuro interesse, io adoro Richard Meier, checchè ne dica Vittorio Sgarbi, scusate lo sfogo).


Torniamo alla targa, è di marmo bianco con scritte nere, sembra d'epoca, invece è stata messa lì da un abile burlone, incastonata nella facciata intonacata di un palazzetto d'epoca (che tra le altre cose è delizioso): la scritta recita così:

ORDINE DEL MONS. ILL.MO E R.MO
PRESIDENTE DELL'AMA
SI ORDINA IL RACCOGLIERE
LE FECI DE LI PROPRI CANI
SOTTO PENA DI EVRO 102
E ALTRE PENE CORPORALI
AD ARBITRIO DE LI ABITANTI
DE LA STRADA COME PREVISTO
DALLA DELIBERA COMVNALE
IN DATA LI 30 DECEMBRE 2000

A parte qualche errore di carattere sintattico storico la trovata è geniale e spiritosa, Sono Pazzi Questi Romani




2 commenti:

Anonimo ha detto...

Segnalazione simpatica per la quale la ringrazio e con l'occasione chiarire una svista: la "lapide" non è dimarmo ma di carta. Inoltre le sarei grato se mi può specificare gli errori sintsttico storici che mi sono sfuggiti, se significativi, la prossima edizione verrà corretta.
Nel centro storico di Roma esistono più di sessanta lapidi originali datate dal 1646 al 1790.
Grazie per la collaborazione
L'autore della "targa"

El Pinacomedier ha detto...

Salve a te, anonimo lettore, ammesso che tu sia realmente l'autore della simpatica scritta (io penso di si, però ti sei voluto celare nell'anonimato), spero di non averti offeso con il mio post.
Comunque la scritta originale (da cui ti sei probabilmente ispirato), recitava così: «D ordine di m. illmo eremo presidente del strade si proibisce espressamente a tutte e singole persone che non ardischino gettare immondizie di sorte alcuna ne fare il mondezzaro in questo vicolo sotto pena di scudi dieci et altre pene corporali come dall' editto emanato sotto il XX giugn MDCCXLVI per li atti dell' Orsini notaro delle strade»
Io ho trovata stonata la scrittura della data in caratteri arabi anzichè in numeri romani, poi hai scritto "e" anzichè "et", posso sorvolare l'indicazione della multa in euro...
Comunque sono tutte pignolerie, sei stato veramente simpatico a scrivermi e a fare la "lapide di cartone" (mi sembrava proprio marmo, ci sonmo perfino le venature...) :-)