Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!

Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!
Ottieni Bitcoin gratis anche a PC spento!!!

01 dic 2008

Facebook mania, a volte basta poco a diventare scemi del tutto...



Facebook, chi non lo conosce scagli il primo hard disk...
Difficile non sapere di cosa si tratta, specialmente se a parlarne è addirittura il telegiornale Rai.
Mi sembra come se non si possa fare a meno di massmediarci in ogni modo.
Anche io non rimango immune da queste mode, mi faccio travolgere e coinvolgere, fu lo stesso quando mi affacciai a Second Life (ho vissuto su quelle isole cibernetiche tutte le vacanze di Natale), anche allora ne parlarono al tiggì.
Non capire perchè queste cose fanno sempre notizia è come dichiarare di essere fessi!
Sono solo gli interessi economici a far si che si parli sempre e comunque di tutto ciò che può portare nuovi introiti.
Tutti si sono accorti che ormai non esiste niente privo di pubblicità e messaggi promozionali o sponsorizzati, Second Life e Facebook sono fondati principalmente su pilastri di ciber-carta-moneta.
Questo non toglie che sono prodotti ben congegnati e di successo planetario.
Rimango sconcertato soprattutto su Facebook: il programma ha trovato la sua chiave di successo grazie all'innato desiderio di trovare amici... non nuovi amici, bensì quelli vecchi.
Ora io mi domando: se esistono centinaia di persone che nella vita di un uomo/donna si affacciano dentro la sua sfera emotiva e dei ricordi e poi ne escono senza lasciare traccia, che minchia di bisogno ho di andarmeli a ri-cercare tutti?
Peggio ancora: che minchia di bisogno ho di mettere on line i miei dati personali proprio per farmi rintracciare da tutti?
Tutte 'ste cavolo di leggi sulla privacy a che servono se il nostro più grande desiderio è veramente quello di sbandierare ai quattro venti tutti i nostri dati sensibili?
C'è da rimanere sbigottiti davvero.

2 commenti:

cielomiomarito ha detto...

Anche io, in un momento di insana deficienza, mi iscrissi a Facebook. Mi bastarono però un paio d'ore di bighellonamenti in quel bailamme di "facciamoci i cazzi altrui" per scapparmene a gambe levate. Il fatto poi che sia impossibile eliminare del tutto i propri dati (in poche parole una volta che hai detto loro chi sei, dove vivi e che mestiere fai,e io mi sono fermata lì per fortuna, questi si ritengono in diritto di tenersi per l'eternità tutte le informazioni) non mi piace, non mi piace, non mi piace.
Buon lunedì :)

Anonimo ha detto...

ciao..hai proprio ragione..ormai a solo sentirlo nominare mi viene la pelle d'oca..
sarebbe bello che tutti imparassero di nuovo a vivere la propria vita,sempre che una vita l'abbiano..
gia'..perche' chi si fa troppo gli affari altrui e' perche' di propri non ne ha..mi auguro che decada al piu' presto e lasci spazio ad una nuova moda molto piu' saggia:la privacy.Ciao buon anno