Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!

Ottieni bitcoin gratis anche a PC spento!
Ottieni Bitcoin gratis anche a PC spento!!!

05 ago 2011

Te la do io Atlanta

Porca miseria ce l'ho fatta!
Alla veneranda eta' di 44 anni suonati sono sbarcato ad Atlanta, negli Stati Uniti d'America, atterrato e' la parola piu' giusta, anche se quando passi sopra l'oceano credo che poco importi se lo fai volando o scivolandoci sopra, passatemi il paragone (certo con le caravelle deve essere stato un po' diverso...).
Adesso sono qui, seduto su un tipico sgabello americano, in una tipica casa americana in legno con tanto di panorama "grass and trees" che si affaccia alla finestra della stanza che mi hanno preparato al primo piano.
Sono venuto per un brevissimo soggiorno di una settimana, molti hanno storto il naso all'idea di farsi un'ammazzata del genere per poi tornare quasi subito indietro, che vi devo dire? Affari loro, io sono negli States e mi godo il tempo che ho a disposizione, tie'!
Quello che mi ha meravigliato di piu' e' il non aver sentito per niente il fuso orario. In Georgia siamo 6 ore indietro, quindi quando arrivi e' come aver fatto il rewind.
Il giorno prima di partire sono rimasto alzato fino alle 2.00 di notte per vari motivi, poi mi sono svegliato alle 6.00 per fare colazione e finire di preparare i bagagli, dunque sono uscito di casa alle 9.00.
L'aereo e' partito quasi in orario ed alle 16.00 ero a Parigi per uno scalo di transito.
I dettagli del viaggio li scrivero' in un altro momento, voglio solo arrivare a dire che sono atterrato ad Atlanta alle 20.00 ora locale, vale a dire che a Roma erano le 2 di notte...
Mi sono venuti a prendere in aereoporto mia cugina Betty e sua figlia Melany. Tutti e tre siamo andati in un localino spagnolo con tanto di banda di cover U.S.A. (che non ci azzeccava una mazza ma questo passava il convento). Poi siamo andati a visitare la casa di Melany (un trentesimo piano di un grattacielino di 40 piani in tutto), uno spettacolo di panorama... mozzafiato.
Infine mia cugina mi ha portato a casa di mia zia Lucy ad un'ora di macchina.
Ecco il punto: quando sono arrivato nella contea del Cherokee (mia zia vive qui), erano le 12.30 pm (le nostre 24.30), mi e' sembrata una cosa simpatica chiamare mia moglie per darle la sveglia (che appunto le suona alle 6.30)...
Lei si e' svegliata (un po' sonnacchiosa) dopo essere andata a lavorare ed aver dormito tutta la notte ed io ancora non avevo visto il letto dalle 2.00 di notte del giorno prima.
Dopo aver fatto una visita completa di tutta la casa di mia zia mi sono scolato un bicchierone d'acqua filtrata con tanto di ghiaccio che sono usciti entrambi dal frigoriferone americanissimo (come quello dei film, uguale), me ne sono andato finalmente a letto.
Il giorno dopo mi sono svegliato come se niente fosse alle 7.30.
Cosa ho fatto? mi sono sparato la prima delle due prime colazioni (alle 9.00 ho rimagnato) ed ho parlato un'ora e mezza con zio Joseph (che non avevo mai conosciuto), non ho capito granche', infatti parlava quasi solo lui comunque tutto e' servito per entrare nell'atmosfera americana.
Sta funzionando, gia' mi sento amerekano, uatsa 'na merika, uana gana, uana gana, rait?

Nessun commento: